Si Saldi chi può

Saldi: corso di sopravvivenza

Gennaio: stagione di caccia… ai Saldi.

allarme saldi

Altro che 8 marzo: la vera festa della donna è semestrale, non regala pelucchi maleodoranti, non comporta l’umiliazione pubblica di una serata all’insegna del girl power con tanto di spogliarelli maschili e bicipiti oliati vari, e dura ben più di 24h.
90 giorni di pura goduria, di brividini lungo la spina dorsale, di scommesse sul proprio avvenire, di rosee proiezioni future di noi vestite, pettinate e tartarugate meglio di quanto sia logico sperare anche nel più indulgente dei camerini.

Dal 5 gennaio al 5 marzo tornano in città i beneamati Saldi

saldi invernali
Motivo di inesausto inno alla vita, in cui, però, la sopravvivenza viene messa a dura prova. Ma è solo quando il gioco si fa duro che i duri iniziano a giocare.

Saldi: maneggiare con prudenza.

assalto ai saldi

E il magico mondo dei saldi, più che un gioco, rischia di trasformarsi in un campo minato nel quale, per sopravvivere, occorre riuscire a districarsi tra offerte trabocchetto, prodotti-sirena, tentazioni-effetto-acquisto-a-catena e, non da ultimo, infiniti cloni versione Gremlins di Rebecca Bloomwood, la cui mission finale consiste nel trovare il capo della vita, anche a costo di sacrificare la vostra sull’altare del fashion. 

Uscire incolumi dai saldi, forti del proprio equilibrio mentale, con relazioni personali intatte (almeno con i sopravvissuti) potrebbe risultare arduo.
Sfiancante.
Snervante.
A meno di non conoscere i fondamentali.

saldi fitness

Saldi: indicazioni per l’uso!

Fondamentali che, apparentemente, ogni sito internet TAG #donna-munito degno di questo nome, sembra possedere.
Escludendo le prese di posizione estremiste che variano dal “scannerizza il tuo guardaroba dagli anni ’80 ad oggi, individuane i punti deboli, e interseca le ascisse dei must-have mancanti con le ordinate delle tendenze 2018” a “trova il tuo centro e affidati al sesto Chakra”, passando per “rinuncia subito a meno che tu non abbia sostenuto almeno una maratona di New York, indossato un completo ninja e soddisfatto anticipatamente il fabbisogno di un lottatore di sumo”, a grandi linee, i comandamenti dell’Aspirante Sopravvissuta ai Saldi sono sostanzialmente riassumibili in 3 semplici precetti.

  1. Il riscaldamento è tutto: come prepararsi ai Saldi

    La vera professionista dei saldi inizia a lavorare al progetto saldo all’apparire delle prime luminarie di Natale, ed è un’eroina.

    Non si giustificherebbe altrimenti come possa scansionare anticipatamente gli acquisti effettuati negli ultimi 12 mesi, affrontare con onestà la propria condizione economica post-natalizia e fissarsi un budget massimo, preparare una lista-saldo, distinguere desideri e bisogni e attenersi ai soli secondi, rispettando il proprio preventivo.

    In mancanza di super-poteri attenersi quanto meno al plafond della propria carta di credito.


    saldi e carta di credito
  2. Il training: come superare l’ansia da prestazione Saldo.

     

    Per quanto sia difficile credere di poterlo fare, è necessario fissarsi in mente un concetto cardinale: fare shopping durante i saldi non è obbligatorio.
    Nemmeno quando a essere in saldo al -90% sono pezzi unici autografati da Dolce&Gabbana, Dior, Givenchy o Chanel.
    Nemmeno quando le vetrine urlano tutto fuori a 1€.
    Nemmeno quando avete aspettato con una pazienza che manco Penelope per quel gran pezzo di Ulisse, e avete visto le offerte scendere al 50…60…70%. 
    E decisamente NON quando il capo sul quale state sbavando come un lama non corrisponde a nessuna delle vostre misure: non dimagrite tra il camerino e la cassa e il piede non diventerà più piccolo nel tragitto verso casa. 


    dimagrire dopo i saldi

  3. La performance: missione Saldi. Ovvero addestramento, efficienza e umanità

    • Addestramento. Ovvero: prima di affrontare i saldi, verificare che il cervello sia acceso.
      ragionamento femminile sui saldi
      Operare sotto pressione non è sempre facile, specialmente quando il proprio raziocinio è tenuto sotto scacco da un’abbagliante sogno di tulle e Swarovski: risalire alla reale convenienza del saldo, in caso di necessità di calcolo percentuali dell’ultimo minuto, non può certo affidarsi al calcolo mentale. Armarsi di calcolatrice o scaricare direttamente qualcuna delle App a prova di Dummies.

      calcolo percentuale sconto
    • Efficienza: come portare a casa pelle e risultato dopo una giornata di Saldi
      Per un miglior risultato è senza dubbio inoltre consigliabile darsi un tetto temporale: fare shopping per u paio d’ore con le amiche è bene, ritrovarsi alle 22.30 lunghe e distese sul linoleum di un grande magazzino abbracciate a 16 paia di scarpe incapaci di muovere un neurone o un muscolo è … bene-medio.

      stanchezza dopo i saldi
    • Umanità: ama il prossimo tuo (quasi) quanto te stesso, anche quando la merce è in saldo.
      Savoir-faire: certo la tentazione è forte, soprattutto quando si è le favorite dell’ultimo round di l’ho visto prima io, ma rimuovere l’avversario dal proprio percorso potrebbe non essere il mezzo più efficace per il raggiungimento del proprio obbiettivo.

      Incredibile come un paio di manette possa rovinare anche l’outfit più sofisticato.

Saldi: Opzioni alternative a costo imbattibile

Prima di vestirvi in mimetica per affrontare la vostra mission, dare il colpo di grazia finale alle vostre finanze, aggiudicarvi quei 3 crop top in super saldo, la cui composizione è più ambigua di quella dei menu all-you-can-eat giappo-cinesi, ed investire un rene in un vestito talmente indimenticabile che, infatti, ve lo ricorderete ogni mattina aprendo la cabina armadio avete dato un'occhiata alla nostra sezione vestiti?

Tutto quello che avresti sempre voluto indossare, e che, anziché comprare in saldo al 40%, potete noleggiare ogni volta che lo desiderate all’85%.

Come dire che, tra gennaio e marzo, l’unico metodo per sopravvivere ai saldi è evitarli del tutto.

donne e saldi


A meno di non essere delle vere macchine da guerra, conoscere bene il proprio avversario, fissarlo nelle palle degli occhi e sapergli dire “sbatti quel tuo -70% quando vuoi, tanto non mi avrai.”