Out-fit per San Valentino

Come vestirsi per San Valentino

14 febbraio: San Valentino

Una settimana esatta al fatidico D-day dell’Amore: novello Mosè armato di freccia e di archetto, San Valentino divide et impera, salva le anime felici e sommergere quelle infelici, fa veleggiare sulle ali dell’entusiasmo i fortunati e mandare a fondo gli sfigati, elegge i rigorosamente gli “in coppia” e condanna all’altra parte della riva i paria dell’amore.

Atteso e temuto dagli adolescenti, agognato dal cuore palpitante delle inguaribilmente romantiche, ignorato dagli intellettuali di sobbistica cultura, sminuito dai single e denigrato dai recentemente-mollati, dimenticati dai (futuri-ex) fidanzati, festività semplicemente aliena e incompresa dai mariti, il 14 febbraio è alle porte.

Indefesso all’incalzare sempre più palese del disilluso San Faustino, ogni anno accolto con plauso crescente dalle orde di “il concetto di coppia ormai è superato, single è il nuovo accoppiato”, il Valo rivendica con sempre maggior opulenza il proprio incedere. Invadendo con cuori-soli-amori le vetrine dei negozi, le pubblicità alla fermata del tram, intralciando persino il mio scambio epistolare quotidiano con la mia dolce metà Amazon.

 

Nutrite a pane e “vissero felici e contenti” e indirizzate alla via di “quella gran culo” di Cenerentola, noi donne indipendenti di oggi, nonostante tutto, alla giornata dell’amore continuiamo a tenerci.

credere nell'amore a san valentino

Riposto il diadema, rinunciato al momento Karaoke di canto mattutino con gli uccellini e scoperto che il cristallo non è adatto a una nottata di ancheggiamento folle in discoteca, rimaniamo pertanto comunque afflitte dal vero grande dilemma: “e ora, come mi vesto?"

 

14 febbraio. Ovvero l’importanza dell’outfit per San Valentino

Un armadio pieno di vestiti e niente da mettere?

Un tormentone sempreverde, tanto più quando a ricorrere sono occasioni cruciali come la serata di San Valentino.

Perché passino i restanti 11 mesi e 4 giorni dell’anno tra rasoiate sotto la doccia e calze-mutande da casa, ma, cascasse il mondo, il codice di comportamento delle fidanzate e compagne di tutto il mondo è quello di essere sexy e indimenticabili agli occhi del proprio partner (almeno) per il giorno di San Valentino.
Giorno che, dovendo perdurare nella memoria del proprio lui per tempo a venire, punta i riflettori sull’outfit perfetto e costringe a ponderare con estrema cura il look selezionato per la notte di Cupido.

Prima ancora di pensare ai do, quindi, meglio chiarire immediatamente i don’t, perché una debacle in questa serata speciale è un po’ come un diamante: te la porti dietro per sempre.

Per cui ecco, innanzitutto, cosa fare, ma, soprattutto, cosa non fare.

 

14 febbraio: Cosa indossare la notte di San Valentino

Avete in programma di sfornare una torta a forma di cuore con le vostre iniziali intrecciate, prenotare un lancio in tandem con il paracadute e posato per un catalogo hot personalizzato per il vostro lui?

Pensate che basti essere un perfetto mix tra Nonna Papera, Lara Croft e Marylin Monroe per rendere perfetto il giorno di San Valentino?

SBAGLIATO.

Ricordatevi infatti che l’essenziale sarà anche invisibile agli occhi, ma la vista è l’imprescindibile filtro attraverso il quale è necessario passare per scrutare la vostra luminosissima anima.

L’uomo è basico, si sa, e dalle basi dunque bisogna partire
Ecco perché è fondamentale non tralasciare il look di San Valentino ed evitare errori grossolani per non rischiare di perderlo per sempre.

come vestirsi a san valentino

Look di San Valentino: le basi

Significativamente in linea con i profondissimi libri della James, via libera alle mezze misure. Niente bianco o nero, ma solo una rassicurantissima scala di grigi.

Quando si tratta di outfit di San Valentino, infatti, l’errore principale è sempre quello di esagerare. Diciamo no alla tentazione di colarci in una nuvola di tulle e Swarovski onde evitare di obbligarlo a fingere di non conoscerci mentre ordina da McDonald’s, ma, allo stesso tempo, diciamo si a un minimo di aspirazione-Cenerentola. Un conto è sembrare uscita da un cartone della Disney, un conto è sembrare il remake dell’esorcista. Mezze misure ragazze. Buone e sane mezze misure.   

 

Look di San Valentino: stile, sempre e comunque

Che abbiate organizzato una cenetta a lume di candela in casa è cosa buona e giusta.
Cosa addirittura idilliaca, ammesso e premesso che ciò non sfoci mai nella convinzione che, in un contesto domestico, l’outfit Pina di Fantocci non possa certo rovinare l’atmosfera.

Lui vi ama tanto. Tantissimo. Ma non obbligatelo a ricorrere al viagra.

 importanza outfit san valentino

Look di San Valentino: il make-up

Tutte noi sogniamo un fidanzato che, quando ci apprestiamo a truccarci prima di uscire, ci blocchi esclamando “giammai il tuo volto sia snaturato dal suo già splendido aspetto! Perché truccarti quando sei già bellissima?”.

Tutte noi ¾ delle volte ci troviamo di fronte un uomo che, ben che vada, la mezza volta all’anno che ti vede struccata, preoccupatissimo, ti stende subito con un “hai un aspetto orribile, non stai bene?”

Lunga vita al make-up dunque, a maggior ragione a San Valentino. Tenendo a mente il basilare mantra di prima, in medio stat virtus. È un attimo che quello che ci immaginavamo essere un sexyssimo smokey eyes si trasformi in un tristissimo panda style.

make up san valentino
Look di San Valentino: una, nessuna, centomila.

Il vostro partner vi conosce e (teoricamente) vi ha scelte proprio per quello che siete. Non commettete dunque l’errore di confondere San Valentino con Carnevale. È bello osare con qualcosa di diverso dal solito, ma quel qualcosa è previsto che a. lo indossiate, b. lo portiate in giro, c. lui lo ricordi negli anni a venire creandosi aspettative sempre più grandiose.
La soluzione ideale? Il noleggio ovviamente. Più di 1000 stili tra cui scegliere e nessun timore del day after. Prima ancora che lui si svegli il corriere sarà passato a recuperare pacco e merce scottante.

Forse non vi trasformerete in una tigre del ribaltabile, ma potreste sempre stupirlo diventando un intraprendente pony da cuscino.

 

Look di San Valentino: l’intimo

Corpi mozzafiato avvolti in micro slippini di pizzo e copricapezzolo di piume, modelle dodicenni che ieri facevano le pubblicità della Pumpers e oggi ti fanno quelle del reggiseno push up, aliene che sorridono beate e soddisfatte mentre tanga di carta vetrata solcano i loro glutei marmorei…

Intimissimi, Victoria’s Secret, La Perla… Piaga di ogni donna, specialmente a San Valentino i marchi di intimo impazzano promuovendo completini coordinati con tanto ti alette, cornini, forconi e chi più ne ha più ne metta.

Irresistibili agli occhi di lui, che non si sa come ci si immagina la propria lei, che ovviamente non starà mai come loro, i completini sexy sono un dazio obbligatorio per ogni coppia, soprattutto a San Valentino.

L’amore è cieco dicono. Speriamo che non sia proprio il 14 febbraio il giorno in cui decide di vederci benissimo

che intimo indossare a san valentino

14 febbraio: San Valentino. Single? E allora?

E per le single? Appassiti i sogni di letti cosparsi di petali di rose e rassegnate alla calza-mutanda da casa al posto dei tacchi alti, eccoci pronte ad affrontare un altro attacco sul fronte emotivo.

Fortuna il Santo Natale, previdente e generoso, tra un cuscinetto di adipe nuovo di zecca e l’altro, ci ha munito di preziosi parabordi per affrontare l’imminente inondazione.

san valentino da single

L’unica consolazione? Ripescare gli insegnamenti scolastici e dare un senso alla Divina Commedia dantesca: non ti curar di lor ma guarda e passa.

Parola d’ordine superiorità.

Perché dai, ciniche quanto vuoi, disilluse quanto vuoi, ma diciamocelo: noi uno che ci copra di attenzioni, cioccolatini, regali, BRILLI, non lo cerchiamo part-time per queste 24 ore, lo cerchiamo per il resto dell’anno.

E perché, dispiace, perché dispiace, ma San Valentino, da che mondo e mondo, il Milanese doc (nato e cresciuto dentro i bastioni,) non lo festeggia. Siamo mica così di minima. 
Semplicemente non rinunciamo ad un'occasione che ci viene offerta su un piatto d'argento per convincerci di avere assolutamente bisogno di indossare qualcosa di nuovo

A maggior ragione se in offerta a 79€.